Il 9 agosto 2017 è entrato in vigore il decreto legislativo 16 giugno 2017 n. 106 (G.U. n. 159 del 10/07/2017) che adegua la normativa nazionale alle disposizioni relative alla commercializzazione dei prodotti da costruzione previste dal Regolamento UE n. 305/2011.
Il provvedimento che introduce nuove sanzioni per il progettista, costruttore, direttore dei lavori o collaudatore di un’opera che ricorre a prodotti non conformi, mantiene valide le disposizioni nazionali che stabiliscono regole tecniche inerenti la progettazione, l’esecuzione ed il collaudo e la manutenzione delle opere da costruzione.

Il Decreto detta disposizioni in merito:

1) alla costituzione, presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici, del Comitato nazionale di coordinamento per i prodotti da costruzione, il quale svolgerà i compiti di coordinamento delle attività delle Amministrazioni competenti nel settore dei prodotti da costruzione e determinerà gli indirizzi volti ad assicurare l’uniformità ed il controllo delle attività di certificazione e di prova degli organismi notificati;

2) alla riconferma del punto di contatto nazionale per i prodotti da costruzione precedentemente istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Il punto di contatto svolge la funzione di fornire ad un operatore economico (inteso il fabbricante, il distributore, l’importatore e il mandatario) o a un’autorità competente informazioni in merito:

-  a quali sono le regole tecniche applicabili a un particolare tipo di prodotto nel territorio in cui sono stabiliti detti punti di contatto prodotti e informazioni riguardo all’eventuale obbligo di autorizzazione preventiva cui è soggetto tale tipo di prodotto in virtù della legislazione del loro Stato membro, unitamente ad informazioni sul principio del reciproco riconoscimento e sull’applicazione del presente regolamento nel territorio di detto Stato membro;

-  gli estremi delle autorità competenti in tale Stato membro mediante i quali queste possano essere contattate direttamente, compresi quelli delle autorità incaricate di sovrintendere all’applicazione delle regole tecniche in questione sul territorio di detto Stato membro;

-  i mezzi di ricorso di norma esperibili sul territorio di detto Stato membro in caso di controversia tra le autorità competenti e un operatore economico;

3) all’istituzione dell’organismo nazionale per la valutazione tecnica europea (ITAB), il quale ha la finalità di assicurare la piena integrazione delle funzioni connesse al rilascio della valutazione tecnica europea (ETA) per tutte le aree di prodotto previste dal Regolamento UE n. 305/2011;
4) alle condizioni per l’immissione sul mercato e per l’impiego dei prodotti da costruzione richiamando gli obblighi previsti dal Regolamento UE n. 305/2011;
5) ai requisiti e alle modalità per il riconoscimento degli organismi notificati;
6) alla vigilanza del mercato. In particolare le Amministrazioni competenti effettuano la vigilanza sul mercato e nei cantieri per i materiali e i prodotti da costruzione per i quali risulta rilevante il requisito base per le opere di rispettiva competenza.

Le amministrazioni competenti ad effettuare i controlli sono il:

-  Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per i materiali e i prodotti per uso strutturale, intesi quelli che prioritariamente assicurano o contribuiscono alla sicurezza strutturale o geotecnica delle opere stesse e che consentono ad un’opera ove questi sono incorporati permanentemente di soddisfare in maniera prioritaria il requisito di resistenza meccanica e di stabilità (di cui al punto 1, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011).

-  il Ministero dell’Interno per il requisito relativo ai materiali e ai prodotti per uso antincendio, intesi quelli che prioritariamente assicurano o contribuiscono alla protezione passiva o attiva contro l’incendio, e che consentono ad un’opera ove questi sono incorporati permanentemente di soddisfare in maniera prioritaria il requisito di sicurezza in caso d’incendio (di cui al punto 2, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011).

-  il Ministero dello Sviluppo Economico per i restanti requisiti di base e relativi:

-  all’igiene, alla salute e all’ambiente (di cui al punto 3, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011);

-  alla sicurezza e all’accessibilità nell’uso (di cui al punto 4, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011);

-  alla protezione contro il rumore (di cui al punto 5, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011);

-  al risparmio energetico e alla ritenzione del calore (di cui al punto 6, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011);

-  all’uso sostenibile delle risorse naturali (di cui al punto 7, dell’allegato I del Regolamento UE n. 305/2011).

La vigilanza in questione viene effettuata attraverso ispezioni, analisi, prove, misurazioni, verifiche e controlli tesi a:

-  garantire che i prodotti da costruzione siano conformi ai requisiti stabiliti dal Regolamento UE n. 305/2011 e dalle pertinenti disposizioni nazionali adottate ai fini dell’impiego dei prodotti nelle opere, ai fini dell’impiego;

-  esigere dalle parti interessate l’acquisizione delle informazioni e dei documenti necessari all’accertamento;

-  prelevare campioni di prodotti da costruzione da sottoporre a prove ed esami volti ad accertarne le prestazioni e la rispondenza ai requisiti tecnici applicabili;

-  ritirare o sospendere la commercializzazione di prodotti da costruzione che siano suscettibili di mettere in pericolo la sicurezza delle persone, a seguito degli accertamenti svolti;

-  ordinare e coordinare o, se del caso, organizzare con gli operatori economici il richiamo dal mercato dei prodotti suscettibili di mettere in pericolo la sicurezza delle persone.

Le funzioni di controllo alle frontiere esterne sono svolte dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.
7) alle disposizioni procedurali per l’espletamento delle attività di controllo e vigilanza del mercato. In particolare il decreto dispone che con apposito provvedimento, da adottarsi entro il 9 febbraio 2018, saranno previste:

-  le procedure per l’espletamento delle attività di controllo e della vigilanza, le quali devono tener conto di principi consolidati della valutazione del rischio, dei reclami e delle informazioni relative;

-  le modalità operative per l’irrogazione delle sanzioni.

I provvedimenti adottati dalle autorità competenti che proibiscono o limitano la messa a disposizione sul mercato nazionale di un prodotto o ne dispongono il ritiro o il richiamo entro un termine stabilito, devono:

-  tener conto della proporzionalità della natura del rischio;

-  essere adeguatamente motivati, indicare i mezzi di impugnativa e il termine entro cui è possibile fare ricorso;

-  essere notificati all’interessato entro sette giorni dall’adozione.

8) alle sanzioni applicabili per il mancato rispetto delle citate disposizioni da parte dei seguenti soggetti:

-  fabbricante inteso come qualsiasi persona fisica o giuridica che fabbrichi un prodotto da costruzione o che faccia progettare o fabbricare tale prodotto e lo commercializzi con il suo nome o con il suo marchio;

-  importatore inteso come qualsiasi persona fisica o giuridica, stabilita nell’Unione, che immette sul mercato dell’Unione un prodotto da costruzione proveniente da un paese terzo;

-  distributore inteso come qualsiasi persona fisica o giuridica nella catena di fornitura, diversa dal fabbricante o dall’importatore, che metta un prodotto da costruzione a disposizione sul mercato;

-  il progettista, il costruttore, o il direttore dei lavori, o il direttore dell’esecuzione o il collaudatore dell’opera a seconda delle specifiche competenze.

Abrogazioni

A partire dal 9 agosto 2017 perdono efficacia, in quanto abrogate, le precedenti disposizioni in materia e in particolare:

-  il Decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993 n.246 recante l’attuazione della Direttiva CEE n. 89/106, relativa ai prodotti da costruzione;

-  i criteri e la modalità per il rilascio dell’abilitazione degli organismi di certificazione, ispezione e prova nel settore dei prodotti da costruzione di cui al D.M. 9 maggio 2003 n.156.

Privacy policy

Privacy Policy del sito www.paolincostruzioni.it

Gentile Visitatore, a seguito della consultazione di questo sito web possono essere trattati dati relativi a persone fisiche identificate o identificabili.

In riferimento a tale trattamento di dati si rendono, anche ai sensi dell'art. 13 del Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (Regolamento UE 2016/679), le seguenti informazioni, la cui validità non è estesa per eventuali altri siti web esterni consultati dall'utente tramite link presenti su questo sito.

Con la prosecuzione della navigazione, e con l’adesione alle proposte di servizio contenute nelle varie parti del sito (iscrizione alla nostra newsletter, compilazione di form per richiedere informazioni, ecc.), si danno per acquisite queste informazioni generali sul trattamento, nonché le eventuali specifiche informazioni legate a trattamenti per finalità diverse e specifiche, e l’utente esplicita il relativo consenso ai trattamenti. Si sottolinea che il consenso è valido unicamente se proviene da persona maggiorenne o da minore che abbia compiuto i 14 anni.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO

PAOLIN SRL con sede in Bassano del Grappa (VI) Via Madonna di Fatima n. 10 (Italia), P.IVA 03655040248 tel. 0424/566754 fax 0424/569245 mail: info@paolincostruzioni.it.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet.

Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano, ad esempio, gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer o degli altri strumenti utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione.

Cookies

Il sito web “www.paolincostruzioni.it” dell’impresa PAOLIN SRL (il “Sito”) utilizza i cookies per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che ne visiona le pagine. Gli utenti che accedono al Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer o periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookies” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente. Vi sono vari tipi di cookies, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Cookie tecnici

Il Sito utilizza cookies “tecnici”, quali i cookies di navigazione o sessione, quelli di funzionalità e quelli analitici, realizzati ed utilizzati dal gestore del Sito.

Specificatamente, vengono utilizzati cookies di navigazione o sessione, diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito.

Cookies analitici

Sono presenti anche cookies analytics, utilizzati e realizzati esclusivamente dal solo gestore del Sito, per raccogliere informazioni, in forma aggregata ed anonima, sul numero degli utenti e su come gli utenti visitano il sito.

I dati acquisiti tramite Google analytics potranno essere utilizzati anche da Google, secondo i termini di servizio predisposti dallo stesso.

Cookies di parti terze

Cookies di analisi di servizi di terze parti (Google)

Questi cookies sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookies sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookies integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i softwares per generare le mappe e ulteriori softwares che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookies sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Link ad altri siti

Alcune pagine del Sito possono contenere link ad altri siti web che non sono gestiti dal gestore del Sito che non condivide i dati personali con tali siti.

Il gestore del Sito non è responsabile per il contenuto, la sicurezza o le misure di privacy impiegate da altri siti e declina espressamente tutte le responsabilità.

Dati forniti volontariamente dall'utente

L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi vengono inoltre riportate o visualizzate nelle sezioni del sito predisposte per particolari servizi a richiesta e sottoposte, se del caso, al consenso dell’interessato (ad esempio per l’iscrizione alla newsletter).

FINALITA’ DEL TRATTAMENTO E FACOLTATIVITA' DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione e per i cookies tecnici, l'utente è libero di fornire i propri dati personali attraverso l’utilizzo di appositi form o moduli presenti nel sito per richiedere l'invio della newsletter, di materiale informativo o di altre comunicazioni e, più in generale, per le finalità riportate nelle relative e specifiche informative. Il loro mancato conferimento può comportare l'impossibilità di ottenere quanto richiesto.

MODALITA' DEL TRATTAMENTO

La nostra Società, quale titolare del trattamento, e ciascuno degli eventuali Responsabili esterni come sopra identificati, gestirà ed archivierà con strumenti automatizzati e/o cartacei i dati personali raccolti attraverso l’utilizzo del sito e delle sue diverse funzionalità attivabili a richiesta dell’utente, per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti o volontariamente comunicati dall’utente.

Specifiche misure di sicurezza, come prevede l’art. 32 del Regolamento (UE) 2016/679, sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

I dati vengono gestiti solo da personale autorizzato dal titolare del trattamento.

In nessun caso i dati saranno oggetto di diffusione.

Sui predetti dati non è prevista attività di profilazione personale dell’utente.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Ai soggetti cui si riferiscono i dati personali trattati sono garantiti tutti i diritti di cui agli articoli 15, 16, 17, 18 del Regolamento 679 (accesso con conferma dell'esistenza o meno del trattamento dei propri dati; rettifica, cancellazione e limitazione del trattamento quando ne ricorrano i casi).

L’utente interessato ha il diritto di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Le richieste vanno rivolte:

- via e-mail, all'indirizzo: info@paolincostruzioni.it

- oppure via posta a PAOLIN SRL – Via Madonna di Fatima n. 10 – 36061 Bassano del Grappa (VI).